Home ›› Archivio - Normativa settore immobiliare

BimarMutuo:
Novità per i mutui immobiliari a tasso variabile

Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 (GU 29 .11. 2008, n. 280, Suppl. Ord. n. 263)

 

Il decreto " anti crisi" è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 novembre 2008, n.280. Numerose le misure a sostegno delle famiglie, dell'occupazione e per il rilancio delle imprese.
In particolare, per i mutui immobiliari a tasso variabile in corso alla data del primo gennaio, l'art. 2 prevede l'istituzione di un tetto massimo del 4% per le rate da sostenere nel corso del 2009; a fronte degli extra-costi sopportati dal sistema bancario c'è la disponibilità dello Stato ad accollarsi l'eventuale eccedenza.
Per i nuovi mutui, invece, il tasso base di riferimento per il calcolo dello spread, non sarà più l'Euribor ma l'IRS, ossia il tasso base della politica monetaria, fissato dalla Banca Centrale Europea.


Dunque, a partire dal 1° gennaio 2009, le banche che offrono alla clientela mutui garantiti da ipoteca per l'acquisto dell'abitazione principale devono assicurare ai medesimi clienti la possibilità di stipulare tali contratti a tasso variabile indicizzato al tasso sulle operazioni di rifinanziamento principale della Banca centrale europea.
Le banche sono tenute a osservare le disposizioni emanate dalla Banca d'Italia per assicurare adeguata pubblicita' e trasparenza all'offerta di tali contratti e alle relative condizioni.