Home ›› Bimar

BimarSubito la certificazione energetica
degli edifici in Piemonte

 

Per chi dà incarico in esclusiva di vendita alla Bimar S.a.s., al momento dell’atto notarile le spese del certificato energetico verranno detratte dalle provvigioni, se la provvigione verrà pagata per intero, e tale clausola dovrà essere compresa nel contratto d’incarico che dovrà avere una durata di almeno sei mesi

 

La Vendita e la Locazione degli appartamenti non sono possibili in Piemonte senza l’Attestazione di Certificazione Energetica, elaborata secondo le regole regionali ed accompagnata dalla ricevuta di avvenuto deposito emessa dalla Regione Piemonte.

Con l’entrata in vigore (1° ottobre 2009) delle disposizioni attuative regionali in materia di certificazione energetica degli edifici, previste dalla Legge Regionale 28 maggio 2007 n. 13, l’Attestato di Certificazione Energetica (A.C.E.) diventa obbligatorio nel caso di nuova costruzione o ristrutturazione di edifici e nel caso di compravendita o locazione, anche di singole unità immobiliari.

L’A.C.E. (L’Attestazione di Certificazione Energetica) andrebbe redatta prima della messa in vendita o della proposta in locazione degli appartamenti, in quanto ne influenza la commerciabilità.

Gli Attestati di Certificazione Energetica hanno una validità  di 10 anni dalla data del rilascio (vanno però aggiornati ad ogni intervento), devono essere rilasciati da professionisti abilitati che si trovino in posizione di estraneità rispetto all’edificio e che siano stati inseriti nell’apposito Elenco Regionale. Per i compiti assegnati la professionalità impedisce di considerare tale attività alla stregua di un adempimento formale ma richiede prudenza nella scelta del Professionista incaricato, anche per le implicazioni sostanziali che il documento induce nel rapporto fra le parti.

La stesura dell’Attestazione è un’attività che prevede la conoscenza dell’unità immobiliare e quindi impone, soprattutto – ma non solo - per gli immobili non recenti, almeno un sopralluogo ed insieme il reperimento di dati inerenti le strutture e gli impianti termici.
Attestazioni senza i requisiti descritti non rispondono né allo spirito né alla lettera della normativa vigente

Secondo la l.r. 13/2007 sono punibili con sanzioni amministrative: il certificatore che rilasci attestati non veritieri; il costruttore che non provveda a far produrre l’A.C.E. (da Euro 5.000 a 30.000); il venditore (da Euro 1.000 a 10.000) o il locatore (da Euro 500 a 5.000) che non rendano disponibile l’A.C.E. al momento della stipula dell’atto di compravendita o del contratto di locazione.

 

La BIMAR S.A.S. con i suoi professionisti abilitati si propone per:

Appuntamento nelle unità immobiliari, calcolo del bilancio energetico del singolo appartamento, rilascio dell’Attestazione di Certificazione Energetica prevista dalla normativa vigente:

  
Telefonate al numero verde  o mandate una e-mail per fissare un appuntamento.